top of page

La nuova misura di supporto e di inclusione sociale SFL: Requisiti e Guida alla Domanda

Aggiornamento: 31 ago 2023

Nel continuo impegno per promuovere l'inclusione e l'uguaglianza, è stata introdotta una nuova misura chiamata SFL (Supporto per l'Inclusione Sociale e Lavorativa). Questa misura mira a fornire un sostegno significativo a coloro che hanno bisogni speciali, promuovendo la loro partecipazione attiva nella società e nel mondo del lavoro. In questo articolo, esploreremo i requisiti fondamentali per accedere alla misura SFL e forniremo una guida passo-passo su come presentare una domanda.



Misura di supporto e inclusione sociale SLF

Cosa è la misura di supporto e inclusione sociale SFL?

Il Supporto per la Formazione e il Lavoro è la misura rivolta alle persone “occupabili” che sostituirà il Reddito di Cittadinanza dal 1° settembre 2023.

La misura, disciplinata dal Decreto 8 agosto 2023, si rivolge ai soggetti di età compresa fra i 18 e 59 anni che versano in condizioni economiche e sociali difficili.

Questo sostegno si manifesta attraverso diverse forme, come assistenza economica, formazione professionale mirata e orientamento individuale. L'obiettivo principale è consentire a tutte le persone di partecipare attivamente nella società, sia sul piano sociale che lavorativo, superando le barriere che potrebbero altrimenti ostacolarne il coinvolgimento completo.

Il Supporto per la formazione e il lavoro serve a formare persone in condizioni di svantaggio, percettori di questo aiuto, in modo tale che possano poi trovare un lavoro. Questa misura prevede, infatti, la partecipazione dei beneficiari a progetti di formazione, di qualificazione e riqualificazione professionale, di orientamento, di accompagnamento al lavoro e di politiche attive del lavoro.


Requisiti per accedere alla misura di inclusione SFL

Per poter beneficiare della misura di inclusione SFL, è necessario soddisfare alcuni requisiti chiave.


Il Supporto per la formazione e il lavoro è un’indennità mensile di 350 euro riconosciuta a soggetti di età compresa tra 18 e 59 anni che sono “occupabili” e si trovano in condizioni di povertà assoluta (ISEE non superiore a 6.000 euro annui). La misura ha una durata di un massimo di 12 mesi, non è rinnovabile, e prevede l’obbligo di partecipazione a progetti di politiche attive del lavoro o a progetti utili alla collettività.

Dal 1° settembre 2023 prenderà il posto del Rdc per gli “occupabili”. Dal 1° gennaio 2024 sarà affiancato dall’ADI.


Il Supporto per la formazione e il lavoro ha un valore di 350 euro mensili. L’assegno di 350 euro al mese viene erogato dall’INPS mediante bonifico diretto al beneficiario.

Il Supporto per la formazione e il lavoro ha una durata massima di 12 mesi, ossia 1 anno, e non è rinnovabile. In particolare viene erogato nei mesi in cui il beneficiario partecipa a programmi formativi, a progetti utili alla collettività, sotto forma di indennità di partecipazione alle misure di attivazione lavorativa.

Il beneficio economico previsto per la partecipazione alle attività del SFL è esente dal pagamento dell’IRPEF, e si configura come sussidio di sostentamento a persone comprese nell’elenco dei poveri.


Possono accedere al Supporto per la formazione e il lavoro coloro che non hanno i requisiti per accedere all'ADI, o che fanno parte di nuclei che accedono all’ADI, ma non sono considerati nella relativa scala di equivalenza, né sono sottoposti agli obblighi delle attività individuate nel patto di servizio personalizzato. Nello specifico si considerano attivabili al lavoro i componenti che non rientrano nella scala di equivalenza:

– tutti i componenti maggiorenni oltre il primo conteggiato nella scala di equivalenza; – che non hanno disabilità o non autosufficienza; – di età inferiore a 60 anni; – senza carichi di cura; – che non sia in condizione di grave disagio bio-psico-sociale e inserito in programmi di cura e di assistenza certificati dalla PA.


REQUISITI PERSONALI

Chi vuole ottenere il Supporto per la formazione e il lavoro (SFL) deve possedere specifici requisiti personali. Ovvero, deve:

  • aver assolto il diritto-dovere all’istruzione e formazione o deve aver ottenuto il relativo proscioglimento (per coloro che hanno tra i 18 e i 29 anni);

  • non risultare disoccupato a seguito di dimissioni volontarie, nei 12 mesi successivi alla data delle dimissioni, fatte salve le dimissioni per giusta causa nonché la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.

Inoltre, per richiedere il sussidio, è necessario che i componenti del nucleo familiari si trovino, congiuntamente, anche in tali condizioni:

  • nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualunque titolo o avere piena disponibilità di autoveicoli di cilindrata superiore a 1600 cc. o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc., immatricolati la prima volta nei 36 mesi antecedenti la richiesta, esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista un’agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente;

  • nessun componente deve essere intestatario a qualunque titolo o avere piena disponibilità di navi e imbarcazioni da diporto, nonché di aeromobili di ogni genere;

  • mancata sottoposizione a misura cautelare personale, a misura di prevenzione, nonché la mancanza di condanne definitive, intervenute nei 10 anni precedenti la richiesta.


REQUISITI DI CITTADINANZA

Per accedere al Supporto per la formazione e il lavoro tali soggetti devono essere, al momento della presentazione della domanda, residenti in Italia per almeno 5 anni, di cui gli ultimi 2 in modo continuativo. Nella residenza in Italia, vanno compresi i componenti del nucleo che rientrano nel parametro della scala di equivalenza. Inoltre, i richiedenti devono possedere uno dei seguenti requisiti:

  • essere cittadino dell’Unione Europea o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno, anche permanente;

  • essere cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;

  • essere titolare dello status di protezione internazionale.

È opportuno specificare che:

  • la continuità della residenza si intende interrotta nella ipotesi di assenza dal territorio italiano per un periodo pari o superiore a 2 mesi continuativi. Ovvero, nell’ipotesi di assenza dal territorio italiano nell’arco di 18 mesi per un periodo pari o superiore a 4 mesi anche non continuativi;

  • non interrompono la continuità del periodo, anche se superiori ai limiti descritti, le assenze per gravi e documentati motivi di salute;

  • la residenza in Italia è richiesta altresì, per i componenti del nucleo familiare che rientrano nel parametro della scala di equivalenza relativa all’Assegno di inclusione.

REQUISITI ECONOMICI

Ecco quali sono i requisiti economici e patrimoniali per percepire il Supporto per la formazione e il lavoro:

  • un valore dell’ISEE familiare, in corso di validità, non superiore a 6.000 euro annui;

  • un valore del reddito familiare inferiore ad una soglia di 6.000 euro annui, moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza come definita ai fini dell’ISEE;

  • un valore del patrimonio immobiliare (come definito ai fini dell’ISEE), diverso dalla casa di abitazione di valore ai fini dell’imposta municipale propria (IMU) non superiore a 150.000 euro, non superiore a 30.000 euro;

  • un valore del patrimonio mobiliare, come definito ai fini dell’ISEE (ad esempio, depositi, conti correnti, ecc., al lordo delle franchigie), non superiore a: 6.000 euro per i nuclei composti da un solo componente; 8.000 euro per i nuclei composti da due componenti; 10.000 euro per i nuclei composti da tre o più componenti (soglia aumentata di 1.000 euro per ogni minorenne successivo al secondo).

I citati massimali sono incrementati di:

  • 5.000 euro per ogni componente in condizioni di disabilità, come definite ai fini dell’ISEE, presente nel nucleo;

  • 7.500 euro per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza, come definite ai fini dell’ISEE, presente nel nucleo.

La verifica del possesso dei requisiti reddituali e patrimoniali avviene mediante l’attestazione ISEE e sulla base dei valori contenuti nella stessa attestazione, in corso di validità all’atto di presentazione della domanda, nella quale sia presente il richiedente il SFL.



Come fare domanda per la misura di inclusione SFL


I nuclei familiari che vogliono ottenere il Supporto per la formazione e il lavoro devono presentare domanda telematicamente tramite l’INPS e poi seguire questi passaggi:


  • sottoscrivere il patto di attivazione digitale (PAD), cioè iscriversi al Sistema informativo per l’inclusione sociale e lavorativa (SIISL) che garantisce l’interazione tra diverse banche dati e aiuti INPS e forze dell’ordine nei controlli;

  • aderire al patto di servizio personalizzato. Il patto di servizio personalizzato può essere coordinato con i percorsi formativi previsti dal Programma Nazionale per la Garanzia Occupabilità dei Lavoratori (Programma GOL), di cui alla Missione M5, componente C1, del Piano nazionale per la ripresa e resilienza PNRR.

Guarda il video dell'Inps:



QUALI ATTIVITÀ SONO AMMESSE AL SFL

La legge ha definito le attività a cui i destinatari del Supporto per la formazione e il lavoro possono aderire per ricevere l’indennità. In particolare il cittadino che vorrà attivarsi e possiede i requisiti per accedere alla misura potrà partecipare ad alcune prestazioni remunerate indicate dal Decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali 11 gennaio 2018, n. 4, oltre che al Servizio civile universale. Le prestazioni remunerate sono:

  • orientamento specialistico;

  • accompagnamento al lavoro;

  • attivazione del tirocinio;

  • incontro tra domanda ed offerta;

  • avviamento a formazione;

  • sostegno alla mobilità territoriale;

  • progetti di utilità collettiva;

  • supporto all’autoimpiego.

Tra le altre prestazioni ulteriori previste per il supporto, vi è anche il Servizio civile universale. L’obiettivo finale del percorso citato è far sì che l’interessato trovi lavoro.






122 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page